spiz de lagunaz diedro casarotto

Che bella via. Super, roccia bella, bel paesaggio, tutto quello che si potrebbe sognare….e soprattutto SUPER compagnia(cristian casanova alias frostian)
Isolamento assicurato, il cell lungo la via non prende. Gli errori non sono permessi.
Partiti da Domegge alle 3:00 arriviamo in valle di san lucano alle 4:00. Non sapendo quale è la baita del Tita(la prima volta per me e cristian in san lucano) dove in teoria bisogna parcheggiare giriamo un po’ avanti indietro. Ore 4:30 scegliamo la baita più bella e ci inoltriamo nella vegetazione…conclusione ore 5:00 siamo di nuovo in strada. Finale della favola siamo partiti dietro una baita vecchia dove la vegetazione era più “curata” e siamo saliti dritti fin sotto la parete. Sotto la parete si trova un sentiero. Il sentiero passa sotto le pareti. Lo abbiamo seguito a dx per circa 400mt fin dove troviamo il canale di salita (35 min dalla macchina). Lunga ravanata sullo zoccolo fradicio dalla pioggia della sera prima (I, II, III grado e arbusti vari). Dopo 2,30 ore arriviamo all’attacco della via pieni di terra e bagnati fin alle mutande! alle 8 circa partiamo. 4 5 tiri dello zoccolo li facciamo con tblok e in 40 min siamo in vista dei tetti. Qui un piccolo errorino ci costringe ad una calata e una variante per entrare sul diedro sotto i tetti. Il primo tiro duro lo fa Frostian come un missile 7+ e carico come un “mus”. Si scala col zaino con 4lt da bere e tutto il necessario per eventuale bivacco. Secondo tiro lo faccio io però non come un missile, il tutto si trasforma in una ravanata sul bagnato 7+. Il terzo duro, quello famoso del chiodo di casarotto, frostian se “lo magna” 7-° (mi sembra un po’ basso come gradazione…bo…sarà lo zaino pesante..). Poi un tiro di V+ e IV+ lo facciamo a tblok. Poi continuiamo veloci fino in cengia. Breve picnic e ancora conserva lunga fino in vetta. Giunti in vetta alle 18:30. Sapevamo della discesa lunga…ma non credevo così LUNGAAAA. Per tirarla per le corte alle 21 eravamo in forcella sul sentiero. Altro picnic e stretta di mano. Ora finalmente possiamo darcela. Poi alle 23:30 eravamo alla macchina. Conclusione oggi male dappertutto 🙂

Annunci

~ di scossa su 22 giugno 2013.

3 Risposte to “spiz de lagunaz diedro casarotto”

  1. complimenti… che tirata
    !

    • ciao! si si bella corsa. fortuna che c’era il bar giù aperto per un panino!

  2. Una via da duri

I commenti sono chiusi.