via del vino cima dieci


Bellissima linea aperta da gildo zanderigo e riccardo del fabbro. Non siamo riusciti ad arrivare in cima causa una bella grandinata ma comunque ci siamo divertiti un sacco. Nella notte ha piovuto ed i tiri duri erano nei punti più impegnativi bagnati. Si protegge molto bene a friend. Abbiamo spezzato il primo tiro duro a metà poi invece abbiamo rispettato i tiri. Le soste sono da fare oppure si trova un chiodo. A metà via si trova un tiro di gradoni di terzo grado. tutto a sx dei gradoni ho lasciato una sosta d’abbandono che consente con una doppia di 60 metri a collegarsi alle calate della via di gino de zolt “un pensiero per marco”. Tornare lungo la via di salita sarebbe stato molto più rognoso. Da ripetere. portare serie di friend raddoppiando le misure medie. rinvii lunghi per allungare bene le protezioni, nut, chiodi e martello! Fino alla cengia a metà abbiamo trovato 3 o 4 chiodi comprese le soste. Roccia molto bella! Da ripetere! Compagni d’avventura pier e mauro!!

Annunci

~ di scossa su 15 luglio 2013.